SEDETT Social Enterprise Development, Education and Training Tools

Nell’ottobre del 2016 prende il via il Progetto SEDETT, “ Social Enterprise Development, Education and Training Tools” che tradotto in italiano “Educazione e strumenti di formazione per lo sviluppo delle Imprese Sociali”. Il progetto rientra nel quadro del programma Erasmus Plus e ricade sotto la Key Action 2 dedicata alla cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche.

Questa partnership strategica mira a sostenere lo sviluppo di pratiche innovative in materia di istruzione e formazione degli individui impegnati nelle imprese sociali europee. I risultati del progetto avranno un impatto sulla capacità del settore dell’impresa sociale a livelli organizzativi, locali, regionali, nazionali ed europei.

Il partenariato del progetto composto da 8 organizzazioni è guidato dalla Glyndwr University in Galles. Oltre ad essere intersettoriale è anche paneuropeo in quanto include una seconda università specializzata nella formazione professionale in Irlanda, quattro enti legati alla formazione e alla consulenza per i giovani (Polonia, Romania, Lituania e Italia) e due imprese sociali nonché agenzie formative provenienti dal Galles e dalla Spagna.

L’obiettivo della partnership è quello di internazionalizzare le conoscenze e le buone pratiche legate alle imprese sociali dei rispettivi paesi e incorporarli in un lavoro di network europeo. La natura intersettoriale del partenariato coinvolto nel progetto assicurerà l’accesso ai materiali multimediali didattici e a una serie di strumenti elettronici che aiuteranno a contribuire, a migliorare e internazionalizzare l’alta qualità di istruzione superiore e professionale, l’istruzione e la formazione degli adulti, l’istruzione professionale e di consulenza per i giovani e i disoccupati in tutta l’Europa.Una istruzione di alta qualità risulta infatti indispensabile per le esigenze nazionali ed europee del mercato del lavoro e dei programmi di impresa sociale.

12/10/2016 - Invia segnalazione

TRAIT

TRAIT è sinonimo di formazione professionale trasversale, si tratta di una partnership strategica finanziata dalla UE. Nuovi approcci pedagogici e strumenti informatici dovrebbero a) aumentare la motivazione degli studenti, e b) aiutare gli istituti di istruzione e i datori di lavoro ad ottenere una migliore comprensione di tutti i tipi di obiettivi formativi, le diverse competenze e le esigenze di apprendimento future. L´obiettivo generale di questo progetto è quello di creare meccanismi che consentano lo sviluppo, il monitoraggio e il riconoscimento delle competenze trasversali degli studenti. Noi raggiungeremo questo obiettivo con l´aiuto di un innovativo corso di formazione basato su una dettagliata ricerca descrittiva sulle competenze trasversali e sulla loro importanza all´interno di 6 paesi europei (Romania, Italia, Germania, Repubblica Ceca, Austria e Turchia).

www.trait-erasmusplus.com
08/03/2016 - Invia segnalazione

CLICK Computers, Languages and Intergenerational Communication in the Kitchen

There are the knowledge fields that are essential for an active European citizen of nowadays: basic computer skills, reading and writing, and foreign languages. More and more things take place on the internet and the basic computer using is a must for everybody. On the other hand this leads to more and more isolation in our society and generations are drifting apart. Elder people are feeling ashamed for not knowing how to deal with modern communication systems and young people are not used to listen to seniors any more. The CLICK-projectl invent a way to bring the generations together, to make use of the knowledge of the ancestors as well as the knowledge of the youngsters and to teach them both.

website
27/07/2015 - Invia segnalazione

Mental issues in jobcenters

La crisi economica ha un effetto enorme di salute mentale. Numerosi studi hanno messo in evidenza quanto l'esperienza della disoccupazione possa incidere sullo stato di salute psicofisica, aggravando stati patologici e favorendo l'insorgere di disturbi di vario tipo, come ad esempio la depressione. I lavoratori dei centri per l'impiego cercano di aiutare le persone senza lavoro non è sempre pronta a gestire e gestire i problemi mentali. I lavoratori dei centri per l'impiego devono affrontare i problemi mentali di giorno in giorno, ma spesso non è in grado di gestire i casi più difficili con sufficiente competenza. I partecipanti di questo progetto sono: scuole professionali, lavoratori dei centri per l'impiego, psicologi e psichiatri. I partner hanno una vasta gamma di competenze, diversi approcci e metodi nel loro lavoro quotidiano, e professionisti con esperienza. Per altre informazioni consultate il sito internet dl progetto

www.mentalissues.eu
27/04/2015 - Invia segnalazione

Risultati progetto Mental issues in the jobcenters

I risultati delle ricerche svolte all'interno del progetto "Mental issues in jobcenters" sono ora disponibili sul sito del progetto nella sezione "Project Results".

www.mentalissues.eu
27/04/2015 - Invia segnalazione

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15   Successiva»   
Rubriche

Cerca nelle Rubriche
Area

Testo

Periodo
in archivio